Politica

Per una politica pulita e un territorio più forte

di Enzo Gino

da Nuove Frontiere News Maggio Giugno 2016

Da anni l’associazione senza scopo di lucro (è bene ricordarlo) Nuove Fron-tiere, è impegnata nel sostegno e nella valorizzazione della Città di Casale e del Monferrato.
Le cose che si potrebbero fare sono tante, si pensi allo sviluppo del turi-smo, alla manutenzione dei monumenti e delle strade, alle iniziative promozio-nali per l’economia locale e per il terri-torio di area vasta che investe anche le nostre colline, sino alla sicurezza ed alla difesa della nostra cultura: storia, tradizioni e persino del nome Monfer-rato che spesso viene utilizzato in ma-niera impropria.
Tutto ciò richiede impegno, tempo e anche denaro.
Recentemente abbiamo assistito ad una serie di iniziative da parte di diversi soggetti che scoprono l’importanza di queste politiche.
Ci riferiamo ad interpellanze per la di-fesa del nome Monferrato, troppo spesso indebitamente associato ad Alessandria, ci riferiamo alle nascita del Comitato per difendere l’identità Monferrina.
Obiettivi e iniziative da anni promosse da diversi soggetti: dal periodico Nost Munfrà ad esempio, dall’associazione Casale capitale e da Nuove Frontiere che, casualmente, poche settimane fa ha stampato una propria pubblicazione NF News. Ci piace pensare che qualche sensibilità si sia acuita nello spirito di qualcuno, ma più prosaicamente credia-mo che, ancora un volta, si cerchi di “mettere il cappello” ad attività e ini-ziative che possono raccogliere del consenso elettorale.
La cosa in sé non ci dispiace, crediamo infatti al vecchio detto cinese “non im-porta se i gatti sono bianchi o neri, ci interessa che prendano i topi”.
Vedremo quali risultati riuscirà a con-seguire l’ennesimo comitato.
Una cosa però ci pare evidente: i prin-cipali responsabili di questa realtà di decadimento del nostro territorio sono da rintracciare nelle fallimentari politi-che promosse negli anni dalle ammini-strazioni comunali di Casale e provin-ciali di Alessandria. Qualunque asso-ciazione, comitato, gruppo, che intende affrontare seriamente la questione e non fare la solita marchetta propagandi-stica da spendere alle prossime elezioni dovrà scontrarsi con amministrazioni del tutto assenti su queste tematiche (e non solo).
“Per intanto” ringraziamo chi nel centrodestra si è attivato con interrogazioni al Consiglio Provinciale in difesa di Casale e del Monferrato e diamo il ben-venuto a chi con contributi pubblici del centro-sinistra in passato ha organizzato manifestazioni a Casale ed oggi pro-muove comitati per difendere l’identità di Casale e del Monferrato. Lavoriamo tutti insieme per il territorio e vediamo se riusciremo a fare anche solo alcune delle cose che in decenni altri non sono riusciti a fare.
Per quanto riguarda noi, civici, indi-pendenti, non allineati, fronde critiche del sistema partitocratico, refrattari ai compromessi, illusi sognatori, insana-bili pessimisti della ragione ma instancabili ottimisti della volontà, siam qui: testardi come i muli, vivi come il desiderio e crudeli come la memoria, citando Gramsci e Prevert o, se preferite, più prosaicamente, ricordando a tutti che “accà nisciuno è fesso”.

Share:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.