Sul Monferrato di venerdì 29 gennaio 2021 – Inserto Auto e Incentivi – Pier Luigi Rollino ha scritto un lungo interessante articolo riguardante l’Autodromo di Morano sul Po: “… Tanti appassionati chiedono di ripristinarlo…” La pista correva ai confini con Pontestura e Casale Monferrato e si “… snodava su un tracciato semplice, immerso in un contesto naturale allora crocevia tra la Torino della Fiat e la Milano dell’editoria di settore (Quattroruote faceva parecchi test drive)… L’inaugurazione risale al 19 marzo 1973 con un battesimo da ricordare: quello di Arturo Merzario con la Ferrari…”. Molti Piloti di classe partecipavano: nel 1974 vi furono ben 17 competizioni, con 2151 piloti e complessivamente 100.000 spettatori. Come riferisce Pier Luigi Rollino gli abitanti di Coniolo e Pontestura si lamentarono per i rumori mentre l’Amministrazione di Morano era favorevole. Fra contestazioni e controversie alla fine la pista venne chiusa: Mario Oddone si batté, con altri, per la riapertura, ma inutilmente.

Anno 1974

Anno 2021

A seguito dell’articolo di Rollino, vi sono stati ultimamente diversi interventi a favore e contro per vari motivi, con proposte varie.

Nel fermento post bellico della città di Casale Monferrato e del suo Territorio che costituivano di fatto una specie di… alternativa e comunque una zona quasi a sé nell’ambito della Provincia di Alessandria (Casale, ex Capitale del Monferrato con un passato di giurisdizioni territoriali molto estese, uno Stato), anche visivamente guardando la carta geografica, sorse e si sviluppò una iniziativa di grande rilievo: costituire un Autodromo. I fatti sono stati ben noti.

Nel gennaio del 1973 fra la società. Verardi & C. s.a.s. (affittante) e l’Autodromo Casale s.r.l. (affittuaria) venne stipulato atto di affitto di terreni e relativi impianti in Morano Po. Io fui poi uno dei Sindaci dell’Autodromo s.r.l. Atti significativi sono stati, fra quelli da me individuati:

  1. Atto costituivo tra la Società Verardi e l’Autodromo s.r.l.26 gennaio 1973.
  2. Convocazione del Consiglio di Amministrazione 2.11.1976 indirizzata ai Consiglieri ed ai Sindaci.
  3. Consiglio di Amministrazione 24.11.1977 indirizzata ai Consiglieri ed ai Sindaci
  4. Avviso di Convocazione dell’Assemblea Ordinaria dei soci 22.4.78 per il giorno 30 aprile 1978.

L’iniziativa veniva realizzata rapidamente e il 14 marzo 1973 si recava ad esaminare l’Autodromo la Commissione di Pubblica Sicurezza, unitamente ai Sindaci dei Comuni interessati i quali constatavano la regolarità: veniva redatto un verbale e concessa la agibilità: poteva allora iniziare l’attività sportiva. È nota la vicenda, il Comune di Pontestura, si oppose decisamente affermando che troppi rilevanti erano i disturbi. Vi furono azioni amministrative e giudiziarie.

Una curiosità:

“L’Autodromo di Casale era frequentato da corridori svizzeri, per prove, collaudi, etc. Una volta in una corsa (o in prove di corsa) mi… permisero anche, per alcuni giri, di effettuare brevi commenti con l’altoparlante, dall’alto della torretta che dominava il tracciato stesso.”

Gian Carlo Curti ex Sindaco

Allegati:

a) Parte iniziale dello Statuto

b) Lettera 25 maggio 1976

c) Tessera Omaggio Curti

Foto in evidenza: da FB – Autodromo di Morano chi ci corse e lo frequentava

 

Share:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Nuove Frontiere