CulturaI pensieri di Gian Carlo CurtiStoria

Elezioni Amministrative 1992

Nel 1992 si tennero le elezioni Senatoriali. Il nostro era il Collegio Casale-Chivasso-Valenza. L’Ufficio elettorale della circoscrizione era presso il Tribunale di Casale Monferrato. Candidato per la Democrazia Cristiana era Riccardo Triglia.

In un primo momento risultò eletto altro Candidato democristiano di altra Circoscrizione. Da accertamenti sul conteggio dei voti nella Circoscrizione casalese, emersero errori che noi valutammo di mera natura meramente materiale.

Riconvocato,  l’Ufficio Elettorale Circoscrizionale presso il Tribunale di Casale effettuato il riconteggio dei voti dove erano stati segnalati errori, in correzione degli errori stessi apportò  le modificazioni  che si leggono nell’allegato.

Si venne allora a sapere che presso l’Ufficio Elettorale Regionale era stato presentato un esposto diretto a contestare la validità del verbale 9 aprile 1992 redatto dall’Ufficio Circoscrizionale presso il Tribunale di Casale ed allora Paolo Ferraris e Gian Carlo Curti, rispettivamente rappresentanti effettivo e supplente del candidato Riccardo Triglia, presentavano al detto Ufficio regionale, una espositiva dei fatti e documenti e chiedevano che l’Ufficio Regionale confermasse le risultanze del verbale 9/4/1992  redatto dall’Ufficio Circoscrizionale del Tribunale.  Per completezza di valutazione, sotto l’aspetto ovviamente giuridico, osservavano che comunque “ogni eventuale sindacato sulla regolarità dell’operato dell’Ufficio Circoscrizionale esula dai compiti dell’Ufficio Regionale, ed è demandato al Senato della Repubblica ai sensi dell’art 66 delle Costituzione”.

Paolo Ferraris ed io ci presentammo avanti la Corte d’Appello, brevemente richiamando i fatti ed i documenti. La Corte d’Appello si ritirò ed all’uscita respinse le istanze contrarie accogliendo il nostro ricorso.

La breve narrazione con accenno di documentazione ( quella allegata è la prima pagina di un esposto più lungo ) di questo avvenimento, peraltro molto rilevante, offre l’occasione per ricordare quale fosse l’importanza del città di Casale Monferrato ancora poco tempo fa e come, nell’arco di una trentina di anni ed anche meno, essa abbia perso ( e per colpa propria perché non ha lottato come avrebbe dovuto), Istituzioni e Servizi  di assoluta primaria importanza, oltre a non averne acquisiti altri di grande rilievo ( sempre per colpa propria come sopra detto ) per i quali aveva tutti i titoli e la stragrande maggioranza degli appoggi politici esterni e non solo politici : tutto di fatto documentato.

TRIGLIA R. RIC. CORTE D’APPELLO

Share:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Nuove Frontiere