“Parco agrisolare”, contributi cumulabili con gli altri incentivi

  • Autore dell'articolo:
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Il ministro per le Politiche agricole Stefano Patuanelli ha firmato il 25 marzo scorso il decreto attuativo della misura «Parco agrisolare», nell’ambito del Pnrr, a cui sono destinate risorse da 1,5 miliardi per gli anni compresi tra il 2022 e il 2026. L’impegno era stato anticipato dal ministro in una lettera pubblicata sul Sole 24 Ore il 2 novembre scorso. I tempi risultano coerenti con la scadenza del 30 giugno 2022, cui la missiva fa pure riferimento, entro la quale il Mipaaf dovrà emanare il bando. Il 40% delle risorse è destinato ai progetti nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

https://ntplusfisco.ilsole24ore.com/art/parco-agrisolare-contributi-cumulabili-gli-altri-incentivi-AEC4qxNB?cmpid=nl_ntplusfisco

Il contributo in conto capitale è volto alla realizzazione di impianti fotovoltaici sui tetti degli immobili strumentali alle attività agricole e zootecniche, e le attività connesse e agrituristiche, comprese le attività agroindustriali ed è finalizzato ad impianti primariamente all’autoconsumo di energia. La parte eccedente sarà utilizzabile dalle imprese impegnate nella trasformazione di prodotti agricoli.

L’agevolazione è limitata agli imprenditori agricoli costituitesi anche in società agricole e alle cooperative agricole e loro consorzi.

Gli impianti da installare dovranno essere posti su fabbricati rurali strumentali in possesso del corretto requisito di ruralità negli atti catastali.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.