AttualitàPoliticaSport

Ricordare Paolo Ferraris con chiarezza e senza sovrapposizioni

Sono rimasta stupita nel leggere la dichiarazione del Sindaco Riboldi secondo il quale Davide Sorisio ed io ‘fingeremmo di non ricordare una delibera’, approvata nel periodo della nostra presenza in Consiglio Comunale, che prevedeva sponsorizzazioni per il Palazzetto dello Sport Paolo Ferraris.

È sufficiente scorrere l’albo delle delibere e delle determinazioni pubblicate sul sito ufficiale del Comune di Casale Monferrato per cogliere:

– con la delibera n. 1154 del 3 aprile 2019 la giunta Palazzetti definì solo alcuni indirizzi e demandò ai dirigenti la formulazione degli atti, del capitolato e procedura di gara per giungere alla nuova concessione del Palazzetto dello Sport Paolo Ferraris e della Palestra Leardi. La giunta decise solamente una durata di tre anni della nuova concessione con opzione di proroga di un periodo non superiore di ulteriori tre anni, il riconoscimento di un contributo annuale di 104.000 euro al lordo degli oneri fiscali a carico dell’amministrazione comunale. Alla competenza del dirigente delle Politiche Sociali Culturali venne affidata la stesura del capitolato di gara, all’Ufficio Contratti il compito di eseguire tutti gli atti della procedura.

– il 29 maggio 2019 venne formalizzata l’elezione del nuovo sindaco Riboldi.

– in data 4 luglio 2019 venne assunta la determina dirigenziale n. 1006 con la quale venne avviato il procedimento di concessione e nominato il RUP del medesimo, con indicazione del funzionario preposto all’esecuzione della fase contrattuale, venne decisa una proroga fino al 30 novembre 2019 della concessione operante.

– in data 31 luglio 2019, con determina n.1140, venne approvato il capitolato speciale per la procedura negoziata della concessione per un periodo di cinque anni e massimo dieci. In questo capitolato speciale è presente l’art. 12 che ipotizza la possibilità di una ricerca di sponsorizzazioni per la titolazione temporanea del Palazzetto, previa autorizzazione da parte del Comune.

– va rammentato come Energica srl è preposta all’acquisto e poi vendita all’utenza del gas-metano nell’area casalese; è detenuta al 100% da AMC spa.

–  AMC spa è detenuta oggi al 76% dal Comune di Casale Monferrato.

– in data 23 settembre 2021 la giunta Riboldi approva la richiesta di sponsorizzazione avanzata da Casale Sport srl solo in data 22 settembre; la richiesta di autorizzazione prevede di “nominare per tutta la durata residua del contratto di concessione in essere (fino al 2026) il Palasport di Casale Monferrato con il naming PalaEnergica”; la delibera precisa che il Palazzetto dello Sport è già intitolato a Paolo Ferraris e che tale intitolazione viene confermata, ma che si autorizza la denominazione di PalaEnergica quale sponsorizzazione temporanea.

– la giunta Riboldi ha assunto il provvedimento autorizzando una nuova denominazione di natura prettamente commerciale accanto all’originaria intitolazione in memoria di Paolo Ferraris.

– nella delibera di autorizzazione non si menziona affatto in che cosa consiste e con quale somma si concretizza la sponsorizzazione; nella motivazione del provvedimento non vi è l’elemento cardine della sponsorizzazione; come ha fatto la giunta ha valutare la congruità della sponsorizzazione e sua idoneità rispetto ad una struttura pubblica? Il provvedimento è motivato?

È ovvio quindi che da parte nostra non ci fu nessuna superficialità nel lasciarci sfuggire una delibera che, evidentemente, è successiva ed è frutto di una scelta dell’amministrazione Riboldi.

Il Sindaco, ancora ragazzino 25 anni fa, non ha vissuto e non conosce la commozione suscitata in città dalla morte di Paolo, a soli 49 anni, un uomo che ancora tantissimo avrebbe potuto dare alla famiglia e al territorio.

Ricordarlo, con chiarezza e senza sovrapposizioni fuorvianti, mi sembra doveroso verso mio marito e verso tutti quelli che di lui hanno mantenuto un ricordo affettuoso e rispettoso. Mi auguro ancora che l’amministrazione ci ripensi e decida di compiere una scelta di comprensione e apertura verso esigenze che non possono essere soltanto di tipo materiale ed economico, ma devono anche comprendere ideali e sentimenti profondi.

Share:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Nuove Frontiere